L’AUTUNNO E I PRIMI RAFFREDDORI

good life-1_0005_people-2590555_960_720.jpg

In autunno le malattie virali, a cominciare dai banali raffreddori, diventano compagnie sgradite del nostro quotidiano. L’alimentazione può aiutare a difenderci.

Sicuramente le diete squilibrate, troppo povere di calorie, proteine e micronutrienti quali minerali e vitamine, possono alterare il buon funzionamento delle difese, ma anche l’eccessivo consumo di zuccheri semplici e di grassi saturi indebolisce le capacità immunitarie. Quindi una dieta equilibrata e ricca di vegetali è il primo passo da fare. Per esempio, i germogli freschi di legumi o cereali sono un concentrato di sali minerali, vitamine e aminoacidi. Il succo di ribes nero, usato proprio per prevenire le malattie da raffreddamento è ricco di vitamine. I latti fermentati, yogurt e kefir, contribuiscono all’efficienza del sistema immunitario. L’assunzione di vitamina C è fondamentale, ma anche altre vitamine esercitano un ruolo protettivo contro gli attacchi virali. Per esempio, la A aiuta l’apparato respiratorio. È presente in latte, formaggi, rosso d’uovo come vitamina A, e come betacarotene in cavoli, carote, cachi, indivia, lattuga, pomodori, spinaci, zucca. Tra l’altro le carote sono consigliate per prevenire e lenire la tosse secca. Infine la vitamina E è un antiossidante indispensabile per l’integrità delle cellule.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterGoogle+0Pin on Pinterest0

Commenti